Colosseo

Colosseo
Colosseo

L’ Anfiteatro Flavio, più comunemente noto con il nome di Colosseo, è il più famoso e imponente monumento della Roma Antica , ma è anche il più grande anfiteatro del mondo, il nome sicuramente legato alle grandi dimensioni dell’edifici deriva soprattutto, dal fatto che nelle vicinanze era presente una statua colossale di Nerone in bronzo. Dopo l’uccisione dell’imperatore la statua venne rimodellata per raffigurare il dio del Sole  aggiungendo l’appropriata corona solare. Poteva contenere fino a 70.000 posti e l’arena era di 76 metri x 46. I primi 3 piani erano costituiti da arcate inquadrate da semicolonne, il quarto piano e’ diviso da lesene e vi erano inseriti i pali che sorreggevano il grande velario a spicchi per riparare gli spettatori dal sole.

Nel 1990, il Colosseo, insieme a tutto il Centro storico di Roma, è stato inserito nella lista dei Patrimoni dell’umanità dall’UNESCO, mentre nel luglio del 2007 è stato inserito fra le Nuove sette meraviglie del mondo. Venne edificato nel I secolo d.C. per volere degli imperatori della dinastia Flavia, ed ha accolto, fino alla fine dell’età antica, spettacoli di grande richiamo popolare, quali le cacce e i giochi gladiatori . Secondo alcuni miti medioevali, il Colosseo rappresenta l’ingresso che porta direttamente agli inferi, dove, all’imbrunire, le anime dei trapassati errano in cerca della pace eterna, perché periti in maniera violenta.

Nel 438 con l’abolizione dei giochi gladiatori per volere di Valentiniano III l’anfiteatro subisce progressivo declino tanto da essere utilizzato nel Medioevo e nel Rinascimento come cava di materiali, utilizzati anche per la costruzione della Basilica di San Pietro, e come ricovero per animali.

Colosso di Monica Morgani

Morgana

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *